Netflix

Star Trek: Discovery , ufficiale il rinnovo per una terza stagione

Michael Burnham e l’equipaggio della Discovery sono su Netflix

CBS All Access ha rinnovato ufficialmente Star Trek: Discovery per una terza stagione, la produzione inizierà il prossimo luglio. Star Trek: Discovery è la sesta serie televisiva ambientata nell’universo di Star Trek (la settima, considerando anche la serie animata), ideato da Bryan Fuller e Alex Kurtzman per CBS All Access. Si tratta della prima serie del franchise di Star Trek dopo la conclusione di Star Trek: Enterprise nel 2005.

Nonostante le critiche rivolte soprattutto a Sonequa Martin-Green nell’interpretazione della protagonista Michael Burnham e al cattivo sviluppo dei personaggi e della trama, devo dire che non mi è dispiaciuta, anzi. Nelle prime puntate della seconda stagione posso affermare che l’ingresso nel cast di Anson Mount  nei panni del leggendario Capitano Christopher Pike ha fatto fare alla serie un vero e proprio salto di qualità.

Ambientata dieci anni prima degli eventi della serie originale, Star Trek, Discovery segue le avventure della nave stellare USS Discovery nel suo viaggio attraverso lo spazio alla ricerca di nuovi mondi e nuove civiltà. Nella prima stagione l’equipaggio della Discovery prende parte al conflitto tra la Federazione Unita dei Pianeti e l’Impero Klingon.

La seconda stagione, composta da 14 episodi uno in più della precedente, riprenderà la storia dal finale della prima stagione, che ha visto l’equipaggio della USS Discovery entrare in contatto con l’iconica USS Enterprise del comandante Pike. Il cast è composto da Sonequa Martin-Green (Michael Burnham), Doug Jones (Saru), Shazad Latif (Ash Tyler), Mary Wiseman (Ensign Sylvia Tilly), Anthony Rapp (Paul Stamets), Michelle Yeoh (Philippa Georgiou), Wilson Cruz (Dr. Hugh Culber), Mary Chieffo (L’Rell), Anson Mount (Capitano Christopher Pike) e Ethan Peck (Spock).

Laseconda stagione di Star Trek: Discovery è disponibile con un episodio alla settimana ogni venerdì su Netflix il giorno dopo la messa in onda statunitense.

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.